Franco Battiato — Strani Giorni lyrics

Carichi I treni che dall'Albania
Portano tanti stranieri in Siberia
Tappeti antichi mercanti indiani
Mettono su case tra Russia e Cina
Strade dell'Est.
Spinto da I Turchi e dagli Iracheni
Qui fece campo Mustaf Mullah Barazani
Strade dell'Est d'immensi orizzonti
Citt nascoste di lingua persiana
Da qui la Fine.
Dicono storie di Principesse
Chiuse in castelli per troppa bellezza
Fiori di Loto giardini stupendi
.. E Leningrado oggi
Strade dell'Est.
Di notte ancora ti pu capitare
Di udire suoni di armonium sfiatati
E vecchi curdi che da mille anni
Offrono il petto a Novene...
[ Lyrics from: http://www.lyricsty.com/franco-battiato-strani-giorni-lyrics.html ]

Songwriters: BATTIATO, FRANCESCO / FENNER, BENEDICT TOBIAS / SGALAMBRO, MANLIO
Strani Giorni lyrics © Universal Music Publishing Group