Pierangelo Bertoli — Dietro Me lyrics

(are. Borghetti)

Chiss? Cosa far?, sar? Furia o pazienza
O timore o speranza, avr? Gli occhi appannati
Io che sono animale abituato a lottare
E non ho pianto mai le cento volte
Che sono stato colpito e umiliato, che sono caduto.

Chiss? Cosa far? Quando inizia il futuro
Ed un po' sar? Morto, avr? Chiaro il pensiero
Da gridarmi che? Vero, non? La fantasia
Io che ho sognato di lasciare dietro me
Un grido una canzone una parola una bandiera od un figlio

E non mi vergogner? Di ridere di niente
Di fare anche il pagliaccio io che non l'ho fatto mai
Di accarezzarti il viso, dirti grazie con un sorriso
E se ti far? Piacere dirti che sembra proprio me

Chiss? Cosa far? Quando avr? Fra le dita
L'incredibile vita, la fiducia nell'uomo
Di passione e ragione non dir? Ti ricordi
Io che ho vissuto di ricordi di canzoni
Battaglie ed illusioni non dir? Pi? Ti ricordi ma domani

E non mi vergogner? Di piangere di niente
Di fantasticare gi? Su quello che sar? Lui
Di stringerti la mano di appoggiarti la testa al seno
E se ti far? Piacere dirti che sembra solo te

So gi? Cosa gli dir? Quando potr? Sentirmi
Quando potr? Capirmi: devi essere uomo
Che cammina nel mondo e che vuole invecchiare
E ridere del sole e gridare insieme al vento
E credere nel giorno che saprai cosa dire a tuo figlio
[ Lyrics from: http://www.lyricsty.com/pierangelo-bertoli-dietro-me-lyrics.html ]